no. 45, September 2017

The Devices of Tourism / I dispositivi del turismo

a cura di/ edited by // Marcello Anselmo & Cristina Mattiucci

.

.

For about ten years, the tourist flows – with the involved spatial systems and economies  – are at the center of a reflection that characterizes urban studies, at the intersection with various disciplines, which explores the most direct relationships with the territorial transformations or the alteration of the urban tissues and of the local real estate systems.
There is, however, a still partially unexplored dimension of the topic, which this special issue invites to deepen, in the perspective that the tourism takes on as a contemporary mass phenomenon, which leverages on consolidated imaginaries and re-proposes stereotypes, moves people and capital, characterizes the contexts and reshapes the territorial connections. Mass tourism is a device that has long become an almost inevitable matrix of the mechanisms of social distinction, influencing on the uses of the space and redefining the internal equilibria in the inhabited contexts.
In contemporary city and landscapes, many devices of tourism are emerging, which, on the one hand, determine the material infrastructures and, on the other, allow to read the several experiences of temporary crossing a place as a possible tourist dimensions belonging to a moment of our social existence.
The special issue calls for a critical reflection on the devices of tourism, inviting to look for both the forms and the economic and social reasons that determine them, and inviting at the same time to update of the conditions for which tourism emerges as an inescapable theme that informs contemporary policies and economies.
Actually, around the tourism, in a temporal relationship that is not necessarily consequent, the territories are featured, marketing policies are implemented and materially built, sometimes according to proper local models sometimes in accordance with more general logics, in the meanwhile that the industry of the leisure changes in line with the mutation of the same concept of leisure and travelling.

.
Da circa una decina d’anni, i flussi turistici – con i sistemi territoriali e le economie che sollecitano – sono al centro di una riflessione che caratterizza gli studi urbani, all’intersezione con diverse discipline, e che ne esplora le più dirette relazioni con i fenomeni di trasformazione dei territori o con l’alterazione dei tessuti urbani e dei sistemi immobiliari locali.
Esiste tuttavia una dimensione ancora parzialmente inesplorata del fenomeno, che questo numero de lo Squaderno invita ad approfondire, nella prospettiva che esso assume come fenomeno di massa contemporaneo, che fa leva su immaginari consolidati e ripropone stereotipi, muove persone e capitali, tematizza i contesti e riconfigura le connessioni territoriali. Il turismo di massa è un dispositivo che da tempo è diventato una matrice, quasi inevitabile, dei meccanismi di distinzione sociale, intervenendo sull’uso dello spazio e ridefinendo gli equilibri interni dei contesti abitati.
Nella città e nei paesaggi contemporanei emergono infatti molteplici dispositivi del/per il turismo, che da un lato ne determinano l’infrastruttura materiale e dall’altro permettono di leggere le molteplici esperienze di attraversamento temporaneo dei luoghi come possibili dimensioni turistiche di un momento della nostra esistenza sociale.
Il numero invita ad una riflessione critica su questi dispositivi, proponendo di intercettarne sia le forme, che le ragioni economiche e sociali che li determinano, ed invitando al contempo ad un aggiornamento della condizione stessa per cui il turismo emerge come tema ineludibile che informa politiche ed economie contemporanee.
Intorno ad esso, infatti, in una relazione temporale non necessariamente conseguente, i territori vengono tematizzati, si realizzano politiche di marketing, e si costruiscono materialmente, talvolta con modalità propriamente locali talvolta secondo logiche più generiche, mentre al contempo l’industria del loisir e del tempo libero si modifica al passo della mutazione del concetto stesso di svago e viaggio.

.

.

Text size | Dimensione dei contributi | 1,500-2,000 words

Deadline | Scadenza per gli invii | 15 August 2017

Information about the Journal | Info sulla rivista | http://www.losquaderno.professionaldreamers.net/?page_id=2

Information about the Editorial Process | Info sul processo editoriale | http://www.losquaderno.professionaldreamers.net/?page_id=1082